Ben curata: mostra Bulgari al de Young Museum

Marisa Berenson in una varietà di anelli Bulgari e collane a catena dorata, 1969.

Fino al 17 febbraio 2014, il museo de Young di San Francisco presenta "L'arte di Bulgari: La Dolce Vita e oltre il 1950 - 1990". La mostra - che si rivolge a collezionisti di gioielli, appassionati di arte e appassionati di storia - presenta 150 pezzi che documentano il lavoro della casa di gioielli in quattro decadi fondamentali del design italiano.


Spilla Giardinetto, 1959.

Negli anni Sessanta, i disegni distintivi di Bulgari erano caratterizzati da combinazioni di pietre preziose dai colori audaci, uso dell'oro pesante e forme derivate dal classicismo greco-romano, dal Rinascimento italiano e dalla scuola romana degli orefici romana del XIX secolo.


Orologio con cinturino a serpente, 1967.

I disegni dei due decenni seguenti furono influenzati dalla Pop Art e da altri movimenti contemporanei.


Borsa da sera Melone, 1972.

"I disegni a spigolo degli anni '70 comprendevano un'intera gamma basata sul motivo Stars and Stripes, mentre negli anni '80 la collezione Parentesi aveva una presenza più lineare, modulare, quasi architettonica, entrambi mostrano come il gioielliere potesse condurre in nuove direzioni con un forte senso del design ", ha dichiarato Martin Chapman, curatore responsabile di Arti decorative e sculture europee presso i musei di Belle Arti di San Francisco.


Girocollo Tubogas, 1974.

Aspettatevi di essere abbagliati non solo dai meravigliosi pezzi che illustrano i gusti e le tendenze in evoluzione nell'arte da indossare, ma anche il contesto culturale, le fonti di ispirazione e le donne influenti che hanno indossato le ambite creazioni (la mostra includerà molti pezzi della collezione personale di Elizabeth Taylor).


Principessa Grace of Monaco, con una collana di monete d'oro Bulgari, a Monte Carlo, 1978.
Loading...