The Legendary Stotesbury Emerald vende per $ 1 milione

Lo smeraldo di Stotesbury è stato appena venduto all'asta di Sotheby's Magnificent Jewels per $ 1 milione, e mentre la pietra a forma esagonale da 34 carati è straordinaria, il pedigree della gemma - è passato attraverso le collezioni di tre gioiellieri socialite e due iconiche case di gioielli - è davvero ciò che lo rende interessante.

Già nel 1908, la gemma colombiana era stata creata per la prima volta da Pierre Cartier in una collana personalizzata per l'ereditiera mineraria Evalyn Walsh McLean.

Evalyn Walsh McLean

Getty Images

Due anni dopo, il produttore di gioielli ha visitato di nuovo McLean, questa volta portando una gemma ancora più sorprendente: l'ormai famigerata Hope Diamond. Il socialite ha chiaramente apprezzato ciò che ha visto, e la coppia ha acconsentito che il pagamento per l'enorme rock blu di 45,52 carati includesse la collana con lo smeraldo e la stella dell'est.

Tuttavia, la vendita si è rivelata abbastanza controversa. Secondo Sotheby's, il "titolo del diamante della speranza è stato ufficialmente trasferito nel 1912 dopo un'aspra battaglia di corte tra Cartier e McLeans, e lo smeraldo a forma di esagono ora apparteneva alla casa di design".

Da lì, la pietra è stata acquistata dal socialite numero due: Eva Stotesbury, moglie del socio bancario di JP Morgan, Edward T. Stotesbury, che aveva Cartier che rifaceva un disarmonico tiara di diamanti e smeraldi (ugh, lo odio quando ciò accade) in un " suite "di gioielli tra cui una collana e orecchini oltre al diadema. Lo smeraldo, che venne a condividere il suo nome, divenne la pietra centrale della collana.

Eva Stotesbury seduta in un'auto che parla con suo figlio James Cromwell.

Getty Images

La suite fu venduta a Harry Winston nel 1946, che ancora una volta reimmaginò i gioielli, modellando quella pietra centrale in un anello, che fu poi venduto a May Bonfils Stanton, filantropo, collezionista di gioielli ed erede della fortuna di Denver Post.

Fu venduto ancora una volta nel 1971, ed è stato in possesso di quel proprietario fino alla vendita di questa settimana. Frank Everett, direttore vendite del reparto gioielli di Sotheby's New York, non crede che una provenienza così interessante possa mai essere ripetuta. "Nessuno oggi vive così, nessuno raccoglie gioielli come questo oggi", ha detto al New York Times. "Per pensare a questo gioiello che passa nelle mani di queste tre donne favolose e di due leggendarie case di gioielli, non riuscivi a rimediare."

Per ulteriori informazioni sulla Magnificant Jewels Sale, che ha fruttato quasi $ 29 milioni, visita il sito Web di Sotheby's.

Loading...