All'interno della residenza dell'ambasciatore britannico a Washington


Fotografia Eric Sander. © The Architecture of Diplomacy: The British Ambassador's Residence a Washington, Flammarion, 2014.

La residenza dell'ambasciatore britannico, progettata dal famoso architetto Sir Edwin Lutyens, è stata per anni una figura architettonica, storica e diplomatica. Ora, in un nuovo libro, The Architecture of Diplomacy: The Residence dell'ambasciatore britannico a Washington, scritto da Anthony Seldon e Daniel Collings, i lettori sono invitati a dare un'occhiata ai sontuosi interni e ai magnifici giardini all'interno dell'edificio.


Fotografia Eric Sander. © The Architecture of Diplomacy: The British Ambassador's Residence a Washington, Flammarion, 2014.

Con un forward di SAR il Principe di Galles, il libro non si limita a scavare nella grande architettura e opera dietro il design di Lutyens ma anche le storie non raccontate di eventi importanti del passato e di persone che hanno visitato la storia.


Fotografia Eric Sander. © The Architecture of Diplomacy: The British Ambassador's Residence a Washington, Flammarion, 2014.

Aprendo le sue porte nel 1930, la residenza sposa architettura britannica e americana ed è l'unica creazione di Lutyens sul suolo americano. Il libro, in uscita a maggio, include schizzi inediti degli interni e dei giardini e presenta fotografie di una straordinaria scala circolare - l'unico esempio superstite di una scala a chiocciola di Lutyens - così come le immagini dell'orchidea della residenza e della collezione d'arte privata.


Fotografia Eric Sander. © The Architecture of Diplomacy: The British Ambassador's Residence a Washington, Flammarion, 2014.
Loading...