House Tour: una casa piena di Hamptons artistica che è in sintonia con la natura

La casa ha uno stile nel suo DNA. È la figlia di una modella internazionale, editor di Vogue, e del jet-setter che ha contribuito a mettere Valentino sulla mappa. E anche lei era una cover girl negli anni '70, nota per la sua eleganza sportiva e il suo je ne sais europeo. Gran parte della sua vita è stata trascorsa in una serie di case storiche e appartamenti eleganti in tutto il mondo, dove si è crogiolata in Old Masters, Chanel e Sèvres.

Il terrier di Norwich dei proprietari di casa si rilassa nel soggiorno, dove una coppia di quadri ombré di Pieter Vermeersch aggiunge profondità sottile. Il divano Custom è in lino Brochier. La poltrona in pelle è Soane Britain. I tappeti sono Roger Oates. La scultura è di Dustin Yellin, e l'opera d'arte sulla porta è R.H. Quaytman.

Ora di base a New York, questo filantropo e collezionista d'arte e suo marito, un ex finanziere, si resero conto che volevano il loro nuovo fine settimana a casa negli Hamptons per sentirsi gentili, facili e moderni. Soprattutto, avevano bisogno di un ambiente ideale per la loro crescente collezione di opere di artisti emergenti e contemporanei. Il loro appartamento prebellico a Manhattan, decorato da Luis Bustamante, con sede a Madrid, è un ambiente sofisticato per i loro pezzi degli anni '60 e degli anni '70 dell'Arte Povera, ma in spiaggia hanno voluto mostrare opere nuove e stimolanti in un ambiente frizzante e lungimirante. "Non hai mai voglia di rimanere bloccato", dice. "Ci sono sempre nuove cose da imparare e un mondo che si sta svolgendo."

Il tavolo in rovere è personalizzato. Il vaso è Georg Jensen. Una scultura in vetro multicolore di Jean-Luc Moulène è sul tavolo. Dietro di esso, il dipinto è diSam Falls.

La loro ultima casa degli Hamptons era un classico scandole del XIX secolo con molte piccole stanze - affascinante, ma anche un po 'truce. La loro visione per il nuovo era una casa che avrebbe assomigliato a una serie di fienili collegati postmoderni, tutti su un piano. Ci sarebbe stato un sacco di spazio sulla parete e un senso di espansività che non avevano mai avuto prima. "Continuiamo a comprare arte che è sempre più grande", dice, con un tono di meraviglia. "Abbiamo bisogno di un contesto per questo". Tra le loro acquisizioni ci sono opere di R.H. Quaytman, Dustin Yellin, Damien Hirst, Doug Aitken e Mark Bradford.

Non appena incontrarono l'architetto Steven Harris, sapevano che condivideva la loro estetica, abbracciando un piano con una piscina a sfioro che sanguina visivamente nel grazioso stagno paludoso appena oltre la casa. "Sono mediterraneo, quindi non c'è mai abbastanza acqua per me", dice.

Un sentiero nel giardino è circondato da erbe native e betulle.

Per la decorazione, hanno chiamato di nuovo su Bustamante. "Voleva qualcosa di arioso", dice, l'opposto del loro posto a Manhattan, che aveva avvolto con velluto al cioccolato. "Questa è una casa gioiosa dove hanno i loro nipoti e molta altra famiglia, quindi volevano essere in grado di respirare ed essere connessi all'aria aperta." Praticamente tutti i mobili sono fatti su misura, quindi lo spazio si sente equilibrato e facile da navigare.

Le fotografie di Richard Avedon schioccano contro le pareti di seta in una stanza degli ospiti. I letti personalizzati sono rivestiti in tessuto GP & J Baker e le panche e la poltrona capitonné sono in tessuto Manuel Canovas. L'ombra e le tende romane sono in una striscia di Jane Churchill. Il rivestimento murale è di Jim Thompson Fabrics.

La tavolozza abbina i neutri lenitivi con le ceneri del colore. La moglie "adora arance e rossi per la loro profondità e calore", dice Bustamante. La combinazione di accenti fantastici e zen Zen funziona bene con l'arte monumentale, che è infusa di umorismo e passione attuali.

Nella stanza delle polveri, l'ombra romana è in tessuto Chivasso. L'opera d'arte nel riflesso è di Florian Pumhösl.

Nella grande sala da pranzo, le sedie beige testurizzate sono bordate di scarlatto. Ancora più inaspettata è la stanza della polvere, che è laccata di un viola vibrante. Dopo una serata trascorsa a meditare sulla collezione d'arte della coppia e guardando il sole che scende nel cielo, lo spazio vivido dà una scossa. "Questo è quello che vuoi", dice Bustamante. "Solo abbastanza sorpresa prima di tornare sulla terra."

Tocchi di rosso infondono calore alla sala da pranzo neutra. Le sedie da pranzo, tappezzate con tessuti Larsen e Manuel Canovas, e tavoli da pranzo e consolle in rovere sono tutti personalizzati. I corpi illuminanti provengono da Apparatus. Il tappeto è Stark e l'opera è di Doug Aitken.

Questo articolo è stato originariamente pubblicato nel numero di luglio-agosto 2017 di VERANDA.

Loading...